Forme di espressione.

 “Tra persone adulte si parla!” Il tono è d’accusa, ma nella frase c’è un errore di fondo; il modo: “tra persone adulte si dovrebbe parlare”. Peccato che la soluzione arrivi al cervello sempre troppo tardi, con calma, giorni dopo. Sul momento solo un “no!”, una classica risposta da bambina capricciosa. Perché io sono così, una finta adulta, una che non parla, che non affronta le questioni di petto, che non ribatte a tono, che non ha mai la risposta pronta; ma che ascolta, riflette, rimugina, prende spunti. E scrive.

 La critica e il risentimento iniziali si trasformano in pretesto, o quasi; nel punto di partenza di un ragionamento. Per arrivare a capire che è vero, sono una fastidiosa eccezione alla regola, un’adulta che non parla quando e quanto dovrebbe, che si tiene tutto dentro e raramente dice quello che pensa.

Per questo scrivo. Perché troppo spesso mi pento di quello che dico o non dico, ma difficilmente di quello che metto nero su bianco. Perché davanti a una conversazione scomoda, imbarazzante o pressante, perdo lucidità, i pensieri si aggrovigliano, scendono come un fiume in piena in una massa informe che travolge ogni cosa e accumula fango e detriti. Arrivano, carichi di parole e sensazioni, a scontrarsi contro la grata di corde vocali che lascia filtrare solo frasi sconnesse, granelli di opinioni. “Cos’hai?” – “Niente…”

Davanti a una pagina bianca, invece, i concetti si allineano, in fila come bravi soldatini in marcia, e acquistano coerenza. Il tempo è a mio vantaggio. Scelgo paziente ogni singola parola, modifico la frase a piacimento fino ad ottenere il risultato voluto, posiziono virgole e  punti in modo tale che le pause creino l’effetto desiderato, simulino un tono ironico, amaro, riflessivo o poetico.  Non sono mai troppo lunghe o ingombranti, non portano a un arido “non so”.

Sulla carta è tutto più lento, più ragionato, ma allo stesso tempo immediato e preciso. Il mio vocabolario si dilata, gli aggettivi si moltiplicano in modo esponenziale, due, tre, quattro per volta, per riprodurre l’immagine reale del mio pensiero, la fotografia di un concetto, il 3D della mia mente e dei suoi argomenti, delle mie convinzioni come delle mie invenzioni.

Nel parlare tutto diventa frammentario, sfocato, senza sfumature di colore, grigio e fumoso; come passare da Avatar a L’arrivo di un treno alla stazione dei fratelli Lumière (il paragone vale solo per la qualità delle immagini, ovviamente). E anche se gli occhi, sfuggendo al controllo, lasciano intendere che c’è molto di più, il risultato immediato è sempre un inutile e frustrante “niente”.

Forse il mio è solo un tentativo codardo di sfuggire al confronto. Forse scelgo di rifugiarmi nella scrittura per cullarmi in quel senso di sicurezza dato dall’idea dell’argomento a piacere. Forse è un modo per sentirmi meno vulnerabile. Forse. Ma per ora è il modo migliore che ho per esprimermi; efficace, gratificante, mio.

Aspettando che un giorno l’onda anomala di parole trovi la sua strada e, senza troppi intoppi, si incanali dal cervello alle labbra per sciogliersi in suono oltre che in inchiostro, non mi resta che continuare a battere sulla tastiera.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

7 risposte a Forme di espressione.

  1. Dharma ha detto:

    Che dire…niente di più vero a proposito di te…se questo è l’unico modo in cui riesci ad esprimerti continua a farlo perchè lo fai benissimo, comunichi emozioni con le parole…è un piacere leggerti. (e detto da me non è poco…)

  2. Laura ha detto:

    Da Oscar……

  3. Micky ha detto:

    un tuo “fan” mi ha gentilmente suggerito di leggere il tuo blog e ora devo dirgli grazie…..è piacevole leggere ciò che scrivi e se questo per te è il modo più semplice di communicare, bene, continua a farlo, perchè ci riesci benissimo …;-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...