E alla fine è andata bene

Questo se per caso vi steste chiedendo come sia andata la partita in trasferta.

Ebbene ho vinto, 6 2, 6 1, inaspettatamente, contro ogni pronostico. La mia prima vittoria, i miei primi punti in classifica.

Ma il mio cervello dev’essere proprio stato montato al contrario, con pezzi di riciclo, forse taroccati, comprati a Napoli, perchè altrimenti non mi spiego come, nonostante la gioia del risultato, non riesca a trovare la motivazione per scrivere un pezzo sulla glorificazione di me stessa. Potrei farlo, dovrei farlo, sarebbe comprensibile e giustificato.

Ma non sarebbe nel mio stile e, a dirla tutta, nemmeno corretto; io lo so che non è stata una partita eccezionale. La mia coscienza mi si rivolterebbe contro, prenderebbe il controllo delle mani sulla tastiera producendo un quadro nefasto di me, vincitrice ma stronza. Per cui, questa volta, niente fronzoli, niente storie romanzate, niente metafore ardite. Accontentatevi di queste poche righe, della mera agenzia di stampa, del secco risultato, del trafiletto a fondo pagina.

Ma intanto io, in silenzio, gongolo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...